Questione sull' alchimia

Front Cover
Stamperia Magheri, 1827 - Alchemy - 68 pages
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Common terms and phrases

Popular passages

Page 24 - Padre, non nien dotto Filosofo, che buon Teologo, Fra Francesco Beato Metafisico di Pisa, e Mess. Luca Ghini Medico e semplicista singularissimo, oltre la grande non solamente cognizione, ma pratica dei Minerali tutti quanti, secondo che a me parve quando gli udii da lui pubblicamente nello Studio di...
Page 24 - ... buoni autori , e massimamente in Aristotile , non è però , che non fusse e più sicuro , e più dilettevole fare altramenti , e discendere qualche volta alla sperienza in alcune cose, come verbi gratta nel movimento delle cose gravi , nella qual cosa...
Page 16 - Archimia è quella, che promette non solamente di volere, e poter seguitare, et imitare la natura, ma di potere ancora, e voler vincerla, e trapassarla, il che è del tutto non solo impossibile, ma ridicolo ; e però la chiameremo falsa.
Page 24 - Medico e semplicista singularissimo, oltre la grande non solamente cognizione, ma pratica dei Minerali tutti quanti, secondo che a me parve quando gli udii da lui pubblicamente nello Studio di Bologna » (Varchi, questione sull'alchimia, Firenze, 1827, in-8, p."54).
Page 14 - ... intendimento nostro . ARCHIMIA SOFISTICA . La seconda spezie dell' Archimi;), che si domanda Sofistica, cioè, apparente, ma non vera, è quella, la quale non muta veramente, e trasforma la sostanza , ma li accidenti soli , e così non fa i metalli veri , ma somiglianti, ora diminuendo in parte, e talvolta spogliando del tutto li accidenti separabili de...
Page 16 - ... il che non è impossibile, ma ancora, cavati che gli hanno , ritornarveli , il che non è possibile per quella stessa ragione, che i morti non si possono risuscitare, la quale non è altra , che io sappia , se non perchè sono morti , et i morti non possono risuscitare, che tanto, e non più pare a me , che voglia inferire quella proposizione verissima d' Aristotile , che dice : titilla privazione all
Page 11 - ... qualità, ma ancora quanto alla sostanza , di maniera che abbia tutte le medesime virtù, e proprietà, che i metalli naturali ; e questo non si può fare , se non si corrompe prima la spezie , e forma di quel metallo , che si debbe trasformare, e si riduce nella prima materia , e primi principii <le...
Page 13 - E se alcuno mi domandassi quali sono quelle cose , che purgano , r confortano i corpi minerali, come fa ne' corpi umani la medicina, li risponderei pri~ ma, che questo non s' aspetta nè al filosofo, uè in questo luogo, poi li confesserei ingenuamente, che non lo so , non avendo mai, come dissi di sopra, nè fatto quest'arte, nè veduto farla; ma questo non toglie, che l'arte non possa esser vera, perchè se uno mi domandasse qual medicina purga la collera, o che cose giovano alla milza...
Page 3 - Lupi , e la medesima ragione è, che il piombo , o il rame essendo diversi di spezie , ai convertano in oro , o in argento, essendo diverse spezie , che gli uomini si tramutino in Lioni , o diventino gatte, come si dice delle streghe ; ma questo è impossibile , dunque è impossibile, che il piombo, o alcuno altro metallo si trasformi in oro ; dunque non è vera l'Archimia . Terza . Mima speziemedesima , come testimonia S.
Page 14 - ... entro dei nuovi, mediante varie conce , e mescolamenti di diverse materie con • fuochi, forni, vasi, et altri arnesi atti a ciò. E questa, come è molto meno perfetta della prima, così è ancora più agevole assai, non ostante che sia difficilissima in molte parti, e...

Bibliographic information