Vocabolario delle parole del dialetto napoletano, che più si discostano dal dialetto toscano,: con alcune ricerche etimologiche sulle medesime degli Accademici Filopatridi. Opera postuma supplita, ed accresciuta notabilmente..

Front Cover
presso Giuseppe Maria Porcelli, 1789 - Italian language - 292 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Popular passages

Page 40 - Aniello era divenuto assai celebre. Dopo pochi anni egli morì ; nondimeno quegl'istrioni sostituirono nelle loro rappresentanze un altro, che compariva vestito collo stesso abito , e con una maschera simile al viso di quello di Acerra, il di cui nome...
Page 252 - Crescendo l'impostura, fu attribuito ai carmi il potere, non solo di attirar le serpi, ma quello anche d'invocare le ombre dei morti, di oscurare il sole e la luna, di chiamare o allontanare i nembi e le tempeste; insomma, tutto quel potere che l'impostura magica si ha arrogato. La prima delle lingue moderne che, dalla voce...
Page 121 - Di questo seme impastato con mele e zucchero si fa la copeta, così detta anche dagli Spagnuoli, e da
Page 5 - ... dall' Africa in Dalmazia. Falls dies wirklich zuträfe (woran jedoch im Hinblick auf Verg. Georg. I 307 zu zweifeln erlaubt sein dürfte), so würde hier eine Jugenderinnerung des Dichters vorliegen. - S. 157 zu Sät. II 2,122 cum duplice /icu. Diconsi fich...
Page 39 - Città della Campagna Felice, una truppa di Commedianti, i quali giravano per quei paesi, a fin de guadagnarsi qualche denaro colle loro teatrali rappresentanze. Si avvennero un giorno in una campagna, dove erano molti contadini del dans leq dialecte de son pays paese, che l'aceaiw la vendemmia. In tale occasione e pel vino, che si suoi bevere più dell' usato, e perche lavorano in compagnia uomini e donne, i vendemmiatori stanno con molta allegria, ea chiunche passa, gli dicono de
Page 257 - Variera , e non Barbera. , ., non folamente per fuggir la parola tutta latina , ma per imitare le prime lingue del mondo, come l' Ebfea che non ava il B, e lo cangia in- V:.
Page 104 - Bella cocchia gentile quinci e linci Pezzate goder anco un quanco lei, Pocca tu de bellizze passe, e vinci De lo Mercato tutti i semmidei; E tutto questo munno ancor costrinci Ad anzarete chillete e trofei, Talché da Bacco a Tile p' accellenza Se canta : viva Menechiello e Renza.
Page 72 - Camicia della donzella che dopo la prima uotte dello sposalizio si ha da mostrare a' parenti degli sposi tinta di sangue per onore e gloria di ambedue. Questa singolar costumanza introdotta dalla rustica semplicita de...
Page 115 - Puoi to , fculrura di una Civetta , avanzo di antichità, e del culto dato a Minerva tra noi , che in una region di Napoli vicino al Porto ancoc fi conferva.
Page 81 - Durerà dunque , finché dureranno le fanciulle , ei carciofi . Quindi serve anche questa voce per refrain di alcune nostre canzoni , ed in questo caso per servite alla misura del verso si- accentua-, e si dice carciofi fola. » Cardare . Cavar fuora il pelo a panni . Si-traafcrifcc a dinotare intiere taluno, presa la si D } mi...

Bibliographic information