Le danze macabre in Italia

Front Cover
Vigo, 1878 - Dance of Death - 150 pages
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 99 - Penitenza! penitenza! — tra questo canto de' morti: Dolor, pianto e penitenza ci tormentan tutta via: questa morta compagnia va gridando: — Penitenza. — Fummo giā come voi siete: voi sarete come noi: morti siam, come vedete; cosė morti vedrem voi. E di lā non giova poi dopo il mal far penitenza.
Page 57 - ... cibi talvolta le cose agre, cosė in quelli passatempi le cose orribili, purché sieno fatte con giudizio ed arte, dilettano maravigliosamente il gusto umano: cosa che apparisce nel recitare le tragedie. Questo fu il Carro della Morte da lui segretissimamente lavorato alla sala del Papa, che mai se ne potette spiare cosa alcuna, ma fu veduto e saputo in un medesimo punto. Era il trionfo un carro grandissimo tirato da bufoli, tutto nero e dipinto d'ossa di morti e di croci...
Page 95 - Ma chi non ve la pone ?) e s' ei si trova Alla fine ingannato, č ben ragione. O ciechi, il tanto affaticar che giova ? Tutti tornate alla gran madre antica ; E 'I nome vostro appena si ritrova.
Page 57 - ... e parimente la gola, oltra al parere cosa naturalissima, era orribile e spaventosa a vedere; e questi morti, al suono di certe trombe sorde e con suon roco e morto, uscivano mezzi di que' sepolcri, e sedendovi sopra, cantavano in musica piena di malenconia quella oggi nobilissima canzone: Dolor, pianto e penitenzia, ecc.
Page 94 - U' son or le ricchezze? u' son gli onori E le gemme e gli scettri e le corone E le mitre con purpurei colori?
Page 100 - L'universo al fin contrista ; Ma da vita a vita andiamo, Ma la vita č buona o trista: Ogni ben dal cielo acquista, Chi di qua fa penitenza. Se vivendo ciascun muore, Se morendo ogn' alma ha vita, II Signor d'ogni Signore Questa legge ha stabilita: Tutti avete a far partita: Penitenza, penitenza.
Page 100 - Venivām moltiplicando : Or pel mondo andiam gridando Penitenza, penitenza. Ciechi, stolti ed insensati, Ogni cosa il tempo fura; Pompe, glorie, onori e stati Passan tutti, e nulla dura; E nel fin la sepoltura Ci fa far la penitenza. Questa falce, che portiamo...
Page 57 - Era il trionfo un carro grandissimo tirato da bufoli, tutto nero e dipinto d'ossa di morti e di croci bianche; e sopra il carro era una Morte grandissima in cima, con la falce in mano; ed aveva in giro al carro molti sepolcri col coperchio: ed in tutti que...
Page 96 - La morte, che avvolge della sua torpida ombra come di atmosfera propria quella triste etā; scheletro danzante, mostro rincagnato e sarcastico, cadavere putrido e verminoso, negli affreschi, nei bassorilievi, nelle leggende, nei canti ecclesiastici e popolari; la morte nelle rime del Petrarca torna ad essere la greca...
Page 60 - Curro, ritratto in forma d'un masso, d'altezza di otto braccia e lungo dieci, et in cima era aperto, donde appariva fiamme di fuoco, con un grandissimo diavolo. I cantori stavano in certe finte cantine, dove cantata la canzona si udiva voce stridente...

Bibliographic information