La cittÓ degli angeli: il sogno utopico di fra Gioacchino da Fiore

Front Cover
Rubbettino Editore, 2004 - Religion - 225 pages
0 Reviews
Le profezie o meglio l'arte di redigere profezie Ŕ sempre esistita: dagli Etruschi alle Sibille dei Romani, dal sogno divinatorio dell'imperatore Costantino (312 d.c.) a Nostradamus, ai giorni nostri, in una societÓ altamente tecnologica, in cui cresce l'ansia di conoscere il futuro. Gioacchino da Fiore, il monaco calabrese citato da Dante nel Paradiso della Divina Commedia enunci˛ una serie di profezie simboliche che attirarono l'attenzione di papi e sovrani. Il libro, che ha come focus l'azione di Gioacchino da Fiore al suo tempo e nei ruoli successivi, esamina anche l'influenza di Sant'Agostino sul monaco calabrese, e l'influenza di questi su Tommaso Campanella.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Giuseppe Chiaravalloti p
7
Capitolo 2
29
Capitolo 4
59
Capitolo 5
73
Capitolo 6
89
i Catari e i Valdesi p
113
Capitolo 8
129
Capitolo 9
155
Capitolo 11
185
Le opere di Gioacchino
209
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information