Delle prose e poesie liriche di Dante Alighieri prima edizione [ed. by A. Torri].

Front Cover
Alessandro Torri
1844
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 15 - O montanina mia canzon, tu vai: forse vedrai Fiorenza, la mia terra, che fuor di sé mi serra, vota d'amore e nuda di pietate; se dentro v'entri, va...
Page 34 - Signum autem quod ab uno eodemque ydiomate istarum trium gentium progrediantur vulgaria, in promptu est, quia multa per eadem vocabula nominare videntur, ut Deum, celum, amorem, mare, terram, est, vivi t, moritur, amat, alia fere omnia.
Page 61 - Re primamente usciva. E perché il loro seggio regale era in Sicilia, è avvenuto che tutto quello, che i nostri precessori composero in vulgare, si chiama Siciliano ; il che ritenerne ancora noi ; ed i posteri nostri non lo potranno mutare. Racha, Racha. Che suona ora la tromba dell...
Page 141 - Cours de littérature française. Littérature du moyen âge, en France, en Italie, en Espagne et en Angleterre, Paris, 1830, tome ii, pp. 206-212, 214-217, 227. [p. 2ocl Ce n'est qu'au milieu du xiv...
Page 44 - His itaque ad evidentiam subassumptae praenotatis, cui non satis persuasum est, Romani populi patrem, et per consequens ipsum populum nobilissimum fuisse sub caclo? Aut quem in illo duplici concursu sanguinis a qualibet mundi parte in unum virum praedestinatio divina latebit?
Page 116 - Nam si ad literam solam inspiciamus, significatur nobis exitus filiorum Israel de Aegypto, tempore Moysis; si ad allegoriam, nobis significatur nostra redemptio facta per Christum; si ad moralem sensum, significatur nobis conversio animae de luctu et miseria peccati ad statum gratiae; si ad anagogicum, significatur exitus animae sanctae ab huius corruptionis servitute ad aeternae gloriae libertatem.
Page 14 - Nam sicut post prevaricationem humani generis quilibet exordium sue locutionis incipit ab "heu", rationabile est quod ante qui fuit inciperet a gaudio; et cum nullum gaudium sit extra Deum, sed totum in Deo, et ipse Deus totus sit gaudium, consequens est quod primus loquens primo et ante omnia dixisset "Deus".
Page 76 - Cosi mezzo fra stordito e sdegnato, né so qual più, cominciai alcune poche cose a dire in quella lingua che portai meco dalle fasce; la quale fu loro poco più familiare e domestica che la latina si fosse.
Page 83 - Adunque ritrovato quello che cercavamo, dicemo, che il volgare illustre, cardinale, aulico e cortigiano 2 in Italia è quello, il quale è di tutte le città italiane, e non pare che sia di niuna, col quale i volgari di tutte le città d' Italia si hanno a misurare, ponderare e ccmparare.
Page 133 - Discorso sul testo e su le opinioni diverse prevalenti intorno alla storia e alla emendazione critica della Commedia di Dante, Londra, 1825, in-8.

Bibliographic information