Bandi lucchesi del secolo decimoquarto: tratti dai registri del R. Archivio di stato in Lucca

Front Cover
Tipografia del Progresso, 1863 - Law - 434 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page viii - I' es* sere ristretta questa raccolta ad un sì breve numero d'anni, non cre« diamo che sia per iscemarne la importanza , lanto per ragione del copioso « numero dei documenti che somministra , quanto perché essi illustrano « un quarto di secolo, ricco di straordinarie vicende per la nostra città. « e grandemente notevole per le guerre , le varietà dei casi , e le continue « mutazioni di Stato , ed anche perché la storia di Lucca di quei giorni « fu più che mai collegata con quella delle...
Page 52 - li donamenti, li quali si mandano da parte della moglie a « casa del marito, quando la moglie si mena, si portino in de' « coffori o casse, si che vedere non si possano, a pena di
Page 289 - Il compianto filologo osservò che ribaldo e barattiere erano sinonimi in due àmbiti semantici chiaramente definibili. Essi potevano cioè indicare: 1) uomini « che senza arte onesta vivessero alla giornata di giuoco, di rapina e di mestieri vili e turpi, seguitando anche gli eserciti, dove ultimi nel combattere erano i primi ei più valenti nel far guasto e rubare »; 2) « persone che per fare vita viziosa al pari di quelli che erano considerati come veri ribaldi e barattieri non si distinguevano...
Page 49 - MERLI, op. cit. p zj sg. cora state inventate, un bando lucchese permetteva « a ciascuno « profilare e far profilare li suoi panni, sì come a lui piacerà, di « fregetto, si veramente che ponere non si possano temette...
Page 380 - Dico che la donna è più pulita e preziosa nella carne sua, che non è l'uomo; e dico, che se egli tiene il contrario, egli mente per la gola: e tolgolo a provare.
Page 160 - Dio. Un altro giullare vedendo questo, sì gliene disse male (Novellino LXXIX, Prosa del duecento, p. 865). • E tanto procurò il podestà, che li fu conceduto di tagliarli la testa. E questo fece (Compagni II, 30). • Che neuna persona possa ugelare, uvero pigliare qualie, a pena di soldi c per ciascheduno, et ciascheduna volta: et questo non si intenda a coloro che le pigliano con li sparvieri (Bandi lucchesi, 1346, p. 160). • se non che osservando in che modo mi guardava Mr. Sforza e certi...
Page xi - Illustri Signori Componenti la Regia Commissione Italiana de' Testi di lingua. ISTITUITA IL 16 MARZO DEL 1860.
Page 118 - XXXIV, 49—52)• che della città di Lucca, borghi e soborghi cavar non si possa alcuna biada, victuallia overo grassa, sensa polizza del Fondaco di Lucca, pagando quinde la gabella che ordinata è (Bandi lucchesi, 1346, p. 1 1 8). • ed ogni mattina ne venivano a lavorare, stando amendue all'arte della lana a uno esercizio che si chiamava rivedere, e quindi traendo molto buon guadagno, reggevano la casa e la vita loro assai comodamente (Grazzini II, 8, P- 342)• in somma l'universo tutto...
Page 196 - Et muro si faccia intra voi et li Genovesi, sì che voi a loro nè elli ad voi andare non possano .... Pisa, 1264: Amari, Dipi. arabi, p. 298. (6) Bandisce da parte del maggiore Officiale del Fondaco di Lucca: che neuna persona, di qualunqua condictione sia, porti alcuna victuallia verso extranee parti, se non verso la cictà di Lucca; e che della cictà di Lucca, borghi et soborghi cavare non si possa alcuna biada o victuallia o grassia, senza poliza del Fondaco di Lucca, pagando quinde la gabella...
Page 156 - Che nulla bestia, sopra la quale si conducesse biada alla cictà di Lucca, e quella biada che con quella bestia si conducesse alla dicta cictà, per alcuno debito di comune, e di spetial persona, non possa esser quella bestia o biada presa o biada presa o ditenuta in alcuno modo (Bandi lucch., 1346, p. 156). • E...