Ricordi d'arte

Front Cover
Tipografia Cooperativa, 1887 - 402 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Common terms and phrases

Popular passages

Page 383 - Che di foco d' amor par sempre ardente, Giovane e bella in sogno mi parea Donna vedere andar per una landa Cogliendo fiori, e cantando dicea: Sappia, qualunque il mio nome domanda, Ch' io mi son Lia, e vo movendo intorno Le belle mani a farmi una ghirlanda. Per piacermi allo specchio qui m...
Page 38 - Ahi, Costantin, di quanto mal fu matre, Non la tua conversion, ma quella dote Che da te prese il primo ricco patre!
Page 62 - Ahi serva Italia, di dolore ostello, Nave senza nocchiero in gran tempesta , Non donna di provincie , ma bordello...
Page 383 - Nell' ora credo, che dell' oriente Prima raggiò nel monte Citerea, Che di fuoco d' amor par sempre ardente, Giovane e bella in sogno mi parea Donna vedere andar per una landa Cogliendo fiori, e, cantando, dicea: Sappia, qualunque il mio nome dimanda, Ch' io mi son Lia, e vo movendo intorno Le belle mani a farmi una ghirlanda.
Page 341 - ... colossale statua avrebbe potuto meglio collocarsi in fondo alla gran loggia degli Uffizi, affinchè colui che sopra gli altri com' aquila vola avesse il principal posto di onore tra gì...
Page 69 - AGLI ITALIANI DI OGNI PROVINCIA. Quando lo scultore Enrico Pazzi, negli scorsi anni, ebbe fatto il modello di una Statua colossale rappresentante DANTE ALIGHIERI, a molti sembrò che quell'opera pel concetto politico e storico come pel magistero dell'arte, potesse essere monumento degno del grande Poeta cittadino nella sua terra natale. E quindi si costituì una Società privata di amici e un Comitato di 12 cittadini scelti nelle principali città di Toscana, nell'intento di raccoglier denari per...
Page 341 - ... abbiamo del divino Poeta ravvicinandolo al teatro di Stenterello. Il perché io fui allora d'avviso che la colossale statua avrebbe potuto meglio collocarsi in fondo alla gran loggia degli Uffizi, affinchè colui che sopra gli altri com...
Page 341 - ... indirizzata alla SV illustrissima siccome presidente mentissimo del Comitato Dantesco. Fino da quando il Municipio deliberò che il monumento si dovesse inalzare sulla piazza vecchia di Santa Maria Novella, io non feci buon viso a quel voto; e per la irregolarità del sito, che male si adatta...
Page 342 - Ugolino, dei figliuoli e dei nipoti, fatti immortali dal Poeta con versi di uno dei più sublimi Canti della Divina Commedia; avvegnaché quelle ceneri, deposte già nel chiostro di San Francesco di Pisa, fossero poi da un guardiano di quel convento fatte portare a Santa Croce di Firenze, forse non sembrandogli conveniente che giacessero in terra ghibellina, e tra quella gente che contro quegli infelici era stata così crudele.

Bibliographic information