L'amante

Front Cover
Feltrinelli Editore, 1988 - Fiction - 128 pages
8 Reviews
 

What people are saying - Write a review

User ratings

5 stars
2
4 stars
2
3 stars
0
2 stars
3
1 star
1

User Review - Flag as inappropriate

Es un libro, que me pareció medio desordenado, me aporto nuevo léxico, tiene mucha descripción, y a veces tiende a ser poética, es un tanto triste lo que relata de su vida. Situado la mayor parte del cuento a orillas del río byKong.

User Review - Flag as inappropriate

Nel 1984 Marguerite Duras, scrittrice francese nata all'ombra della grande narrativa americana e cresciuta nell'orbita sperimentale del "nouveau roman" di Robbe-Grillet e Butor, tornava improvvisamente alla sua adolescenza indocinese e pubblicava un romanzo breve che le avrebbe assicurato un successo e una notorietà addirittura mondiali. Schiettamente autobiografico, L'amante rievoca una bruciante relazione erotica intercorsa per un anno e mezzo fra la scrittrice appena quindicenne e un ventisettenne nababbo cinese incontrato per caso su un traghetto che attraversava presso Saigon, dove lei era nata, il fiume Mekong. L'anagrafe sperimentale dell'autrice è ancora evidente nella frammentazione della storia, nei continui cambi del punto di vista della narrazione, nei frequentissimi salti temporali in avanti e all'indietro, nel passaggio senza soluzione di continuità dal discorso diretto all'indiretto e viceversa. Ma quel che fa la differenza è la violenta partecipazione emotiva dell'io narrante, l'intensità delle sensazioni e dei sentimenti, l'autenticità degli affetti e dei rancori: nel vivido esotismo dell'Indocina francese dei primissimi anni Trenta, ci si squaderna davanti agli occhi la storia di un amore che funziona da mezzo di contrasto per evidenziare una storia familiare molto difficile, fondata com'è su un rapporto di odio-amore fra la protagonista e sua madre assolutamente esemplare, sia nei suoi abissali risvolti psichici, sia nella padronanza su di essi esercitata dalla scrittura. Un piccolo e preziosissimo gioiello, insomma, che si iscrive di diritto fra i capolavori della narrativa francese di secondo Novecento 

Selected pages

Common terms and phrases

References to this book

All Book Search results »

Bibliographic information