La delinquenza della Sicilia e le sue cause

Front Cover
Giornale di Sicilia, 1885 - 69 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Common terms and phrases

Popular passages

Page 57 - I lenocini. gl'incesti occulti, gli uxoricidi (più spesso per avvelenamento), la prostituzione e la figliolanza illegittima raggiungono delle proporzioni spaventevoli, e, quel che è peggio, si compiono spudoratamente, quasi opere di cretini, incoscienti delle loro azioni. Se gli stupri son rari, gli è che la facilità con cui le donne si abbandonano alla prima richiesta ne rende impossibile la frequenza. Ed in mezzo a tutto questo, non mancano meretrici invereconde, superstizioni immense, fede...
Page 67 - ... e dell'Asia Minore... Voi pensate allora come a una lotta crudele, fierissima fra l'uomo e la natura : una lotta, di cui l'uno e l'altra portano indelebili le tracce dolorose. Ed è una guerra acerba quella che si combatte laggiù, per l'esistenza: la nostra società stessa, sconvolta per tanti secoli, non ancora...
Page 56 - ... larvati. Raccapricciano le relazioni di alcuni pretori di quei mandamenti, dalle quali togliamo, riassumendoli, i caratteri principali che distinguono la classe agricola di quella provincia. La mafia ha estese fila e le altre forme di associazioni di malfattori vi prosperano, dove più e dove meno.
Page 54 - ... la mancanza di lavoro ; e) la gran diversità sociale tra il proprietario ed il contadino, quello possessore di grandi capitali e di vastissime tenute, questi misero e mal retribuito, quello riottoso e superbo, questo umile e quasi schiavo. E...
Page 21 - Quando si pensa che il malandrinaggio in Sicilia si concentra quasi tutto in quella famosa valle della Conca d'Oro, dove le rapaci tribù Berbere e Semite ebbero le prime e più tenaci dimore, e dove il tipo anatomico, i costumi, la politica e la morale conservano una impronta araba..
Page 24 - Secondo: una congerie di piccole cause, che si compenetrano e s'intrecciano e si combinano in ogni più riposto meato della società...
Page 67 - ... vostri paesi, succede improvviso nell'animo del viandante come un senso indicibile di turbamento e di maraviglia per un non so che di universale desolazione che gli fa credere a un cataclisma, a una recente irruzione di barbari, all'accorata elegia di quelle ' terre morte ', di quegli antichi paesi abbandonati dagli uomini, di cui ci parlano i viaggiatori dell'Ellade e dell'Asia Minore... Voi pensate allora come a una lotta crudele, fierissima, fra l'uomo e la natura: una...
Page 7 - ... qual' è il danno effettivo risentito a causa di 4000 uomini, che ogni anno cadono uccisi — il danno delle ferite irrogate il cui numero può calcolarsi a quattro volte tanto — il danno effettivo risentito a causa di tutte le categorie di reati commessi, i quali turbando l'andamento tranquillo della vita sociale turbano altresì, e talvolta anche profondamente, le relazioni commerciali ed il traffico. « Ma tutte queste indicazioni possono essere...
Page 45 - Quindi la difesa di queste coll'organizzazione della Mafia', e 'il popolo - dice il Colajanni - contò per le sue vendette sulla Mafia e nel suo codice dell'Omertà, e spesso sul brigante, che riuscì così in taluni momenti ad essere considerato come un simpatico e nobile ultore del debole oppresso dal forte! La vendetta privata più che un diritto ritornò un dovere. Così si spiega 'come la Mafia non sia mai stata una delle comuni associazioni di malfattori, aventi per iscopo esclusivo la depredazione...
Page 67 - ... indelebili le tracce dolorose. Ed è una guerra acerba quella che si combatte laggiù, per l'esistenza: la nostra società stessa, sconvolta per tanti secoli, non ancora è stabilmente assestata: essa è ancora all'inizio della sua formazione, con tutte le violenze — mal celate dalle forme di un'epoca civile — delle società primitive; con tutto l'urto irresistibile — per quanto sordo e latente — delle passioni irrefrenate.

Bibliographic information