Stato canaglia. La follia dell'unilateralismo americano

Front Cover
Fazi Editore, 2003 - Political Science - 423 pages
0 Reviews
Clyde Prestowitz Ŕ fondatore e presidente dell'Economic Strategy Institute, una "think-tank" molto influente a Washington che incarna al meglio un "movimento" radicalmente nuovo nella recente storia americana: i dissidenti dell'"establishment", parte integrante dell'Úlite ma inclini al cambiamento, amanti dell'America ma contro la guerra, patriottici ma con occhio critico, favorevoli a un'influenza americana nel mondo ma consapevoli del bisogno di ascoltare le opinioni degli alleati. In questo libro l'autore afferma che gli Stati Uniti si possono a tutti gli effetti definire uno "Stato canaglia", riconducendo questa nuova realtÓ alla radicale presa di posizione unilateralista adottata dell'amministrazione Bush negli ultimi due anni.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Section 1
11
Section 2
31
Section 3
68
Section 4
106
Section 5
142
Section 6
181
Section 7
215
Section 8
241
Section 9
284
Section 10
336
Section 11
359
Section 12
390
Section 13
397
Copyright

Common terms and phrases

Popular passages

Page 393 - Henry Kissinger, Does America Need a Foreign Policy? Toward a Diplomacy for the 21st Century (New York: Simon & Schuster, 2001), p. 33. 9. Charles A. Kupchan, "The End of the West," The Atlantic Monthly 290, no.

References to this book

Bibliographic information