Una bomba per il duce: la centrale antifascista di Pacciardi a Lugano : 1927-1933

Front Cover
Rubbettino Editore, 2003 - History - 402 pages
0 Reviews
Avventurosi andirivieni sulla frontiera italo-svizzera, rocamboleschi viaggi verso l'Italia di materiale antifascista, progetti di attentati a Mussolini, tra i quali il complotto sventato dell'anarchico Ersilio Belloni e del repubblicano Luigi Delfini, azioni clamorose come il volo di Giovanni Bassanesi su Milano, ambigue congiure, futuri padri della Repubblica: la storia della centrale di Lugano, l'organizzazione diretta da Randolfo Pacciardi, che dal 1927 al 1933 è una spina nel fianco del fascismo. Un saggio che indaga su una pagina poco nota del "fuoruscitismo" militante, e su uno dei suoi capi più prestigiosi, ricostruita con documenti inediti e testimonianze dirette.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
3
Section 2
17
Section 3
59
Section 4
83
Section 5
110
Section 6
111
Section 7
148
Section 8
149
Section 13
294
Section 14
295
Section 15
364
Section 16
368
Section 17
369
Section 18
374
Section 19
375
Section 20
380

Section 9
174
Section 10
175
Section 11
215
Section 12
265
Section 21
385
Section 22
389
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information