Storia della cittÓ di Parma, Volume 3

Front Cover
Carmignani, 1793 - Parma (Italy) - 416 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 319 - ... vexationibus fatigare, fed omnia integra conferventur eorum pro quorum gubernatione ac fuftentatione conceffa funt ufibus omnimodis pro futura falva fedis apoftolicae auctoritate.
Page 345 - ... exigere vel extorquere prefumat. Liceat quoque vobis Clericos vel Laicos liberos & abfolutos e feculo fugientes ad converfionem recipere, & eos absque contradi÷tione aliqua retinere.
Page 198 - Alcuni de' nostri Ghibellini erano stati mandati poc' anzi al servigio de' Reggiani , obbligatisi con giuramento ad Ugolino degli Avvocati .PodestÓ de' Mercanti , ea tutta la SocietÓ di rimandarli fra otto giorni . Boso da Dovara Cremonese , ivi PodestÓ, fatto appena consapevole della novitÓ succeduta, imprigionar tutti li fece tra Cavriago e Reggio , ed erano ben pi¨ di ottanta tra cavalli e fanti . Altri cinquanta pur de...
Page 207 - ... dell'Olmo in capo di Ponte, con lunghe catene armate di graffi di ferro prov˛ssi a distrugger le palizzate, ed eragli giÓ riuscito di rovesciarne tre pertiche; quando armate di archi e balestre salirono su detta porta, e su i ripari le genti nostre comandate quel giorno in detta parte dal conte di S. Bonifazio, e saettando gli assalitori, molti ne uccisero, e il resto posero in fuga. ź Ma ci˛ che pi¨ al nemico premeva, era di togliere a noi la comunicazione col mantovano, d'onde per ponte...
Page 202 - Se osavano i noftri andar qualche tratto lontano, era sovente con loro pericolo; siccome fu allora che a Fano Villa sul Territorio di Reggio ebbero a fronte il Re Enzo ed Eccelino, che li fugarono sino a Montecchio, e di lÓ sino a Parma colla morte di ben quattordici , e col1...
Page 200 - Monticelii, ebbe guerra con un corpo de' nostri, facendo prigione Ugo de' Roberti e Giacopino de'Disperati. Sia per˛ quel che vogliasi della cronologýa 320 vera di qiiesti piccoli fatti, non sempre nelle storie narrati con ordine, sappiamo che non tard˛ pi¨ a lungo Federigo a congiungersi all'armata del figliuolo. La ingrossava co...
Page 205 - Gherardo, cosý un giorno a lui disse: lo e tu, o Gherardo, siamo pur grandemente amati dai Parmigiani, mentre al mio palazzo dell'Arena, e alle tue case perdonano l'usata demolizione. Costui non seppe intendere i sensi dell'imperatore, come li comprese giÓ Bernardo di Rolando Rossi; e per˛ imprigionato poco dopo fu mandato in Puglia e con un sasso al collo nel mare sommerso, dopo essere stato lungamente caro al monarca, che in molte podesterýe impiegato lo aveva. — ź Ora ben conoscendo l'imperadore...
Page 202 - Chiara a rapire que' corpi infelici, recandoli a seppellire presso le case de'Cistercensi di Fontevivo prossime al luogo disegnato il 1245 pel convento da intraprendersi de' Domenicani. Cess˛ non per tanto Federigo tra poco da costume sý barbaro al pregar de' Pavesi, il cui podesiÓ Parmigiano aver non doveva cuor sý feroce da resistere ;i scena tanto crudele.
Page 197 - Ma questi signori impigriti giÓ si sentivano da un lauto pranzo e riscaldati dal vmo cioncato alla mensa del Tavernieri, che aveva in quel giorno sposata Maria sua figliuola ad un cavaliere di Brescia, ed in mal punto vestito avevano il giaco e la maglia. Incontratosi l'uno e l'altro campo al Borghetto del Taro attaccossi la mischia. Furono tosto prostrati e morti il podestÓ...
Page 318 - Preterea quafcumque pofleffiones quecumque bona eadem ecclefia inprefentiarum jufte et canonice poflidet aut in futurum conceffione pontificum largitione Regum vel principum oblatione fidelium feu aliis juftis modis...

Bibliographic information