Storia d'Italia, Volume 7

Front Cover
1844
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 341 - Austriaci, si condusse a nome del popolo al palazzo, ov' erano i collegi adunati, e al Doge presentandole, disse: Signori, queste sono le chiavi che con tanta franchezza loro signori serenissimi hanno date ai nostri nemici; procurino in avvenire di meglio custodirle, perché noi col nostro sangue ricuperate le abbiamo.
Page 437 - Francia un incomposto miscuglio di cose in materie di religione. Gesuiti , molinisti , filosofi, parlamenti, corte, preti, frati, gli uni contro gli altri contendevano , e si temeva , che dalle ingiurie e dagli scritti non si venisse ai fatti ed al sangue. Chi credeva, e chi non credeva in Cristo, menavano un grandissimo remore, i semplici non sapevano dove volgersi , né più pace alcuna di coscienza avevano.
Page 439 - ... fatte , ma da vicino brutte e deformi le diresti. Ma le lodi erano vere, e il buon papa le meritava. Tale fu Lambertini, e tale al mondo si mo'strò, né mai altro papa diede quanto egli, così grande avviamento alla riunione delle religioni cristiane dissidenti, colla cattolica. Ciò col costume e col procedere savio, prudente e dolce piuttosto che coi sillogismi faceva. Sapeva, che i buoni costumi allettano e convertiscono gli uomini , le sottili argomentazioni gli fanno renitenti e caparbj....

Bibliographic information