Documenti della rivoluzione siciliana del 1847-49 in rapporto all'Italia, Volume 1

Front Cover
Tip. Ferrero e Franco, 1850 - Sicily (Italy) - 500 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 174 - Non tradite nella vittoria le sante promesse della battaglia. Siate ora e sempre fratelli, come giuraste. Non fate che lo straniero dica esultando: saranno liberi forse, uniti e potenti non mai. Avete insegnato all'Italia la potenza del volere; insegnatele la santità dell'amore, insegnatele la religione dell'unità, che sola può ridarle gloria, missione e iniziativa, per la terza volta in Europa. « Io non sono napoletano. Nacqui in Genova, città grande...
Page 86 - II popolo forte del suo sentimento siciliano e della sua vera simpatia per la causa della federazione italiana conosce il senso di queste disposizioni date a Napoli , e con la sua sublime logica le ha inappellabilmente giudicate.
Page 125 - Noi e da due camere, cioé l'una di pari, e l'altra di deputati: la prima sarà composta d'individui da Noi nominati; la seconda lo sarà di deputati da scegliersi dagli elettori sulle basi di un censo che verrà fissato...
Page 173 - Per voi, noi, esuli dall'Italia, passeggiamo con più sicura e serena fronte tra gli stranieri che ieri ci commiseravano, ed oggi ci ammirano. Dio benedica l'armi vostre, le vostre donne, i vostri sacerdoti e voi tutti, come i vostri fratelli v'amano e v'ameranno d'amore perenne e riconoscente!
Page 110 - ... ad essere scannate da questa cruda e feroce genia. E però mi sono protestato con Sua Maestà il re dicendogli che non puole eseguirsi l'indicato progetto. Ora pare che ci troviamo al caso estremo, poiché abbiamo perdute le posizioni del Noviziato, dello Spedale Civico, e di S. Elisabetta che ci mettevano nel caso di difenderci convenevolmente, abbiamo esaurite le munizioni d...
Page 173 - Voi siete in oggi parte importante, vitale, dello Stato più popoloso, più forte per posizione, navigli ed armi, d'Italia. Primi a levare in esso il grido di libertà, primi al trionfo, salutati d'ammirazione concorde da...
Page 172 - Siciliani! • Voi siete grandi. Voi avete in pochi giorni fatto più assai per l'Italia, patria nostra comune, che non tutti noi con due anni di agitazione, di concitamene generoso nel fme, ma incerto, e diplomatizzante nei modi.
Page 173 - ... iniziatore di progresso Italiano, noi abbiamo diritto di parlarvi liberi come fratelli a fratelli: abbiamo diritto di ricordarvi i nostri comuni doveri: abbiamo diritto di dirvi: voi siete nostri; voi non potete staccarvi da noi; non potete esservi rivelati ottimi fra quanti abitatori ha l'Italia per ritrarvi, per isolarvi. Foste grandi di prodezza e d'onore davanti agli obblighi del presente; noi vi chiediamo d'essere grandi nell'amore, grandi nel presentimento dell'avvenire.
Page 156 - Costituzione organica delle due Camere. 3° Che Lord Minto ha avuta rinnovata l'assicurazione, che qualunque Decreto per la creazione di un Parlamento Siciliano dovrà riferirsi agli antichi diritti della Sicilia ed alla Costituzione del 1812. 4° Che il Re di Napoli ha, nel giorno 12, espresso a Lord Minto il desiderio d'impiegare la sua mediazione presso il Comitato Generale, e che Lord Minto è pronto ad imbarcarsi e venire in Palermo, se il Comitato Generale è di avviso che un accomodamento...
Page 175 - Se poteste mai rassegnarvi a ritrocedere nel passato e cercarvi le origini del vostro diritto, rinneghereste a un tempo l'Italia futura e la coscienza che vi spronava a insorgere e vi meritava vittoria. Le origini del vostro Diritto stanno, o Siciliani, non in una costituzione ineguale alle ispirazioni dei tempi, che vi fu data, quando il gabinetto inglese non...

Bibliographic information