Carmina medii aevi

Front Cover
Francesco Novati
Libreria Dante, 1883 - Latin poetry, Medieval and modern - 86 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 26 - Perche i miti abitatori dei campi, quei coloni che il buon Virgilio chiamava pii, presso i quali la giustizia aveva soffermato il piede ancora un istante, prima d'abbandonare la terra per sempre...
Page 49 - Quisquis es in mensa, primo de paupere pensa: nam cum pascis eum, pascis, amice, Deum. Nescit homo plenus, quam vitam ducat egenus. Nemo cibum capiat...
Page 27 - Novati, di odio tenace, a che si effuse in tante poesie burlesche, in tanti proverbi, e motti, in tante satiriche novelle, contro questa umile classe, la quale, considerata pari agli animali domestici e venduta e rivenduta colle terre che coltivava, ebbe a soffrire più che le altre tutte nell'età media: per la quale le stesse libertà comunali furono vano nome».
Page 41 - Nummus post blanda minatur Nummus mentitur raro verax reperitur Nummus periuros miseros facit et perituros Nummus avarorum deus est et spes cupidorum Nummus in errorem mulierum ducit amorem Nummus venales dominas facit imperiales...
Page 83 - fu uno valentissimo uomo quasi poeta, e avea dell' uomo di corte; ma molto era vizioso e peccatore. Essendo in Ravenna al tempo che avea la signoria messer Bernardino da Polenta , avvenne per caso, che '1 detto maestro Antonio, essendo grandissimo giuocatore, e avendo un di...
Page 62 - Per te Noe femora dormivit denudatus, unde maledicitur irridendo natus: 95 per te mundo prodiit partus infamatus, cum fuit in montibus Loth inebriatus.
Page 63 - Sponsus sponse nuntians singula decora, ut amborum osculo coniungantur ora, 115 vinum super alia bona potiora ponit, quod sint ubera sponse meliora. • AQUA Ad celestem speciem ego...
Page 69 - Vinum dulce gloriosum Pingue facit et carnosum, Atque pectus aperit. Et maturimi gustu plenum, Valde nobis est amoenum, Quia sensus acuit.
Page 58 - Cnm teuerent omnia medium tumultum, post diversas epulas et post vinum multum, postquam voluptatibus ventris est indultum, me liquerunt socii vino iam sepultum.
Page 27 - ... novelle, contro questa umile classe, la quale considerata pari agli animali domestici e venduta e rivenduta colla terra che coltivava, ebbe a soffrire più che le altre tutte nell'età media: per la quale le stesse libertà comunali furono vano nome. La spiegazione però di questo problema potrebbe forse trovarsi nel fatto che insieme ad una ignoranza, ad una semplicità, che porgevano pronta e facile occasione di riso, la plebe cittadina rinveniva nel villano che s...

Bibliographic information