Atti del Reale Istituto veneto di scienze, lettere ed arti

Front Cover
Il Istituto, 1889 - Science
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 1202 - Nos enim ex nunc irritum decernimus et inane, si secus super hiis a quoquam quavis auctoritate scienter vel ignoranter contigerit attemptari.
Page 1201 - ... tenorum existant, per que presentibus non expressa vel totaliter non inserta effectus earum impediri valeat quomodolibet vel differri et de quibus quorumque totis tenoribus de verbo ad verbum habenda sit in nostris litteris mentio specialis...
Page 1257 - De' tuoi sensi, o figlio, chiudi la porta: così sol ti lice la voce udir, che con sottil bisbiglio fassi all'orecchio de' gementi e dice : « O anima affannata, io la tua pace, io la tua vita. Nel mio sen raccolta, quel che l'altera tua ragion ti tace, dal tuo Signor sommessamente ascolta. Non sai tu sole cose esser l'eterne, l'altre menzogna ? Procacciar che giova tutto il saper, se l'occhio mio che scerne negli abissi del cor, vóto lo trova ? Vieni! Remote dalle vie dell'uomo son le mie vie:...
Page liii - Cesare Alessandro BRESSA ed al Programma relativo pubblicatosi in data 7 Dicembre 1876, annunzia che col 31 Dicembre...
Page xxxvii - Buccellati. Progetto del Codice penale pel Regno d'Italia del ministro Zanardelli.' — Strambio. Da Legnano a Mogliano Veneto. Un secolo di lotta contro la pellagra. Briciole di storia sanitario-amministrativa. — Ascoli, Graziatilo. Glossarium palaeohibernicum (a-ath). XII i Rendiconto dell'Accademia delle scienze fisiche e matematiche. Ser. 2
Page 1248 - Io mi trovo innanzi a sacerdoti, » cui posso dire liberamente la verità. Allevati in gioventù » sotto savia disciplina ed ottimi esempi, essi seppero in » ogni tempo distinguere i veri dagli apparenti interessi » della religione : in ogni tempo sentirono, che dovendo » stare col popolo per custodire in esso la Fede, non do...
Page 1262 - Ma sovra il capo libero 10 non avrò che Dio. E tu, poeta, all'anime Se la presaga lira Amici sensi e mutuo Sgomento non ispira; O rimarrai su' ruderi Fumanti de
Page liii - Scienziato italiano che durante il quadriennio 18971900, « a giudizio dell'Accademia delle Scienze di Torino, avrà fatto la più insigne ed utile scoperta, o prodotto l'opera più celebre in fatto di scienze fisiche e sperimentali, storia naturale, matematiche pure ed applicate, chimica, fisiologia e patologia, non escluse la geologia, la storia, la geografia e la statistica.
Page 1245 - Quanto rossor la fronte, pur pensando, mi grava! né tante colpe ed onte la mia lagrima lava.
Page 1238 - T'avanza, t'avanza, Divino straniero ; Conosci la stanza Che i fati ti dièro : Se schiavi, se lagrime Ancora rinserra, È giovin la terra. Eccelsa, segreta Nel buio degli anni Dio pose la mèta De' nobili affanni. Con brando e con fiaccola Sull'erta fatale Ascendi, mortale : Poi quando disceso Sui mari redenti Lo Spirito atteso Ripurghi le genti, E splenda de...

Bibliographic information