Collezione officiale delle leggi e decreti del Governo delle Romagne dal 12 giugno all'8 dicembre 1859

Front Cover
Regia tip., 1860 - Romagna (Italy) - 270 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 104 - Re. non ha compiuta l'età di trent' anni, non gode i diritti civili e politici, e non riunisce in sé gli altri requisiti voluti dalla legge.
Page 104 - Art. 41 I Deputati rappresentano la Nazione in generale e non le sole provincie in cui furono eletti. Nessun mandato imperativo può loro darsi dagli elettori. Art.
Page 101 - Art. 24. Tutti i regnicoli, qualunque sia il loro titolo o grado, sono eguali dinanzi alla legge.
Page 104 - ART. 45. Nessun deputato può essere arrestato, fuori del caso di flagrante delitto, nel tempo della sessione, né tradotto in giudizio in materia criminale senza il previo consenso della camera.
Page 105 - Art. 46. Non può eseguirsi alcun mandato di cattura per debiti contro di un Deputato durante la sessione della Camera, come neppure nelle tre settimane precedenti e susseguenti alla medesima.
Page 103 - Tuttavia i maggiori generali ei contrammiragli dovranno avere da cinque anni quel grado in attività; 15. I consiglieri di Stato, dopo cinque anni di funzioni ; 16. I membri dei Consigli di divisione, dopo tre elezioni alla loro Presidenza; 17.
Page 101 - La stampa sarà libera, ma una legge ne reprime gli abusi. Tuttavia le bibbie, i catechismi, i libri liturgici e di preghiere non potranno essere stampati senza il preventivo permesso del Vescovo.
Page 104 - Art. 42. I Deputati sono eletti per cinque anni. Il loro mandato cessa di pien diritto alla spirazione di questo termine.
Page 109 - Il presente Statuto avrà il pieno suo effetto dal giorno della prima riunione delle due Camere, la quale avrà luogo appena compiute le elezioni. Fino a quel punto sarà provveduto al pubblico servizio d'urgenza con sovrane disposizioni, secondo i modi e le forme sin qui seguite, omesse tuttavia le interinazioni e registrazioni dei Magistrati che sono fin d'ora abolite.
Page 97 - Corona un popolo, che tante prove ci ha dato di fede, d'obbedienza e d'amore, abbiamo determinato di sancirlo e promulgarlo nella fiducia che Iddio benedirà le pure nostre intenzioni, e che la nazione libera, forte e felice si mostrerà sempre più degna dell'antica fama, e saprà meritarsi un glorioso avvenire. Perciò di nostra certa scienza, regia...

Bibliographic information