Archivio storico lombardo, Volume 31

Front Cover
Società storica lombarda., 1904 - Italy
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 412 - ... di mantici da fabbro, ai quali metteva un capo delle dette budella, e gonfiandole ne riempiva la stanza, la quale era grandissima, dove bisognava che si recasse in un canto chi v...
Page 84 - Un altro de' primi pittori del mondo sprezza quell'arte dove è rarissimo ed èssi posto ad imparar filosofia, nella quale ha così strani concetti e nove chimere, che esso con tutta la sua pittura non sapria depingerle1.
Page 76 - Milano e cosi chiamata, perché vi era fabbricato con il grande ingegno ed arte di maestro Lionardo Vinci fiorentino il paradiso con tutti li sette pianeti, che giravano, e li pianeti erano tutti rappresentati da uomini nella forma ed abiti che si descrivono dai poeti e lutti parlano in lode della prefata duchessa Isabella ». si apri colla comparsa di Giasone e degli Argonauti, che, danzando e cantando, presentarono il vello d'oro ai ducbi.
Page 417 - Tutti li animali languiscano, empiendo l'aria di lamentazioni; le selve minano; le montagne aperte per rapire li generati metalli. Ma che potrò io dire cosa più scellerata di quelli che levano le laide al cielo di quelli che con più ardore han nociuto alla patria e alla spezie umana? CA 354V.b Vedeasi per li revertiginosi corsi de...
Page 452 - Le corporazioni cremonesi d'arti e mestieri nella legislazione statutaria del medio evo : studio storico-giuridico, con prefazione del prof.
Page 261 - Era la corte soa de omini in qual se voglia virtù et essercizio copiosa, e sopra tutto de musici e poeti, da li quali, oltra le altre composizioni, mai non passava mese che da loro o 15 egloga o comedia o tragedia o altro novo spettaculo o representazione non se aspettasse.
Page 406 - Questo gentilhuomo ha composto de notomia tanto particularmente conia detnostratione di la pictura si de membri, come de muscoli, nervi, vene, giunture, dintestini, et di quanto si può ragionare, tanto di corpi de huomini come di donne, de modo non è stato mai anchora facto da altre persone.
Page 303 - F. FLAMINI, La lirica toscana del Rinascimento anteriore ai tempi del Magnifico, Pisa 1891, alle pp.
Page 405 - Toscana al sostegno de" letti, a significare che quivi si fanno i vani sogni e quivi si consuma gran parte della vita, quivi si gitta di molto utile tempo, cioè quel della mattina, che la mente è sobria e riposata, e così il corpo, atto a ripigliare nove fatiche; ancora lì si pigliano molti vani piaceri, e colla mente immaginando cose impossibili a sé e col corpo pigliando que...

Bibliographic information