Storia della Toscana sino al principato, con diversi saggi sulle scienze, lettere e arti, Volume 1

Front Cover
L. Ciardetti, 1824
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 225 - A Carlo piissimo Augusto, coronato da Dio, grande e pacifico imperatore, vita e vittoria...
Page 319 - Boc» caccio, scrissero la lor lingua. Ciò è tauto vero che il dia» letto toscano fu quello che a preferenza di qualunque altro ». d'Italia essi scrissero, che con piccolissima variazione si » parla ancora in Toscana. La pura lingua del Boccaccio e » degli altri antichi si conserva assai più nei volgari artigiani » fiorentini, e nelle genti del contado, che nella più culta e » nobil parte di Toscana, nella quale il commercio coi fore...
Page 126 - Varii gli effetti son, ma la pazzia è tutt'una però, che li fa uscire. Gli è come una gran selva, ove la via conviene a forza, a chi vi va, fallire: chi su, chi giù, chi qua, chi là travia. Per concludere in somma, io vi vo' dire: a chi in amor s'invecchia, oltr'ogni pena, si convengono i ceppi e la catena.
Page 74 - Ma fu' io sol colà, dove sofferto Fu per ciascun di torre via Fiorenza, Colui, che la difesi a viso aperto. Dch se riposi mai vostra semenza, Prega' io lui, solvetemi quel nodo, Che qui ha inviluppata mia sentenza.
Page 323 - ... così la lingua, e nello stesso tempo darne il vero significato ai forestieri. La celebre Accademia della Crusca, e quella, che l'è succeduta, non hanno mai preteso di tirare una linea, o una barriera a qualunque nuova voce, o di ricevere, o rigettare a capriccio, e senza giuste ragioni quelle che più le ag- 165 grada, come sovente con amarezza è stata accusata da altre provincie d'Italia.
Page 133 - 1 vocabol suo diventa vano, arriva' io forato nella gola, fuggendo a piede e 'nsanguinando il piano. Quivi perdei la vista e la parola; MO nel nome di Maria fini', e quivi caddi e rimase la mia carne sola. Io dirò vero e tu '1 ridi tra' vivi : l'angel di Dio mi prese, e quel d'inferno gridava: "O tu del ciel, perchè mi privi?
Page 324 - ... ciò non basta : fa d'uopo che questa parola sia universalmente intesa, sia entrata in corso, e vada vagando per le bocche delle culle persone; e se la Toscana pretende che questa seconda...
Page 279 - Quid de his dicendum, qui, quasi ad amorem Dei et sanctorum sive martyrum sive confessorum ossa et reliquias sanctorum corporum de loco ad locum transferunt ibique novas basilicas construunt et, quoscumque potuerint ut res suas illuc tradant, instantissime adhortantur.
Page 6 - Goilredo in sul Giordan la vide , E schiere dissipar Perse, e Numide Di sacre spoglie, e più di gloria ornata . Se tal era d...
Page 324 - ... talora cambiato : le nuove scoperte nella fisica, l'analisi dei sentimenti morali han fatto nascere nuove maniere di esprimersi. Non conviene ostinarsi su tutte le antiche frasi, e parole. Chi pertinacemente vorrà scrivere la lingua di tre secoli indietro, senza piegarla alla maniera della lingua parlata a' suoi tempi, non incontrerà l'approvazione del pubblico, e comparirà ricercato, ed affettato.

Bibliographic information